Sant'Anna d'Alfaedo

Sant'Anna d'Alfaedo

PS misto -GPS 45°37'41.6"N 10°57'12.0"E PS misto -GPS 45°37'41.6"N 10°57'12.0"E 
parcheggio del museo 
Una sosta a Sant’Anna di fa per visitare il Museo Paleontologico e Preistorico, che raccoglie i numerosi fossili di fauna marina rinvenuti nella “Pietra di Prun” (Prun è il nomedi una località), una pietra sedimentaria risalente all’era mesozoica, intorno ai 70-65milioni di anni fa, periodo in cui tutta la Lessinia era sommersa dal mare.
Il materiale che si depositava sul fondo del mare, suddiviso in strati, una volta venuto insuperficie è diventato quella Pietra di Prun che da sempre è ampiamente utilizzata inedilizia. Le numerose cave aperte in zona hanno portato alla luce svariati esempi difossili marini, come ammoniti, ricci di mare, razze e rudiste, rivelandosi una risorsaarcheologica senza pari nel nord Italia, che continua a restituire reperti ancora oggi.
Il museo in cui sono esposti questi tesori archeologici illustra questa storia antichissimain modo esauriente e chiaro. All’inizio saranno mostrate le caratteristiche della pietracustode di tanti reperti, con una documentazione anche sugli utilizzi della pietra stessanell’architettura passata e moderna. Segue l’esposizione vera e propria dei reperti, dove, fra tutti, stupiranno in modo particolare i fossili di uno squalo lungo quasi sei metri euna tartaruga marina di quasi due metri di lunghezza. 
Il museo raccoglie anche documentazioni di avvenimenti più “recenti”, con una collezionedi oggetti in selce rinvenuti nei numerosi siti archeologici della zona. Ricerche e scavieffettuati nel territorio di Sant’Anna (ma anche nel territorio limitrofo), hanno portato allaluce numerose testimonianze della presenza umana in quest’area, partendo dalPaleolitico Inferiore, passando attraverso il Neolitico, per arrivare all’età dei metalli, finoall’Età del Ferro. 
Nel museo sono esposti manufatti in selce, oggetti legati all’attività della caccia e alla vitaquotidiana, resti di macellazione e focolari. Preziosi sono i disegni in ocra rossa supietra, pitture rupestri collocate cronologicamente intorno ai 40-41 mila anni fa e quindile più antiche rinvenute in Europa, precedenti anche a quelle di Lascaux e di Altamira. 
(per informazioni: 045 7532121 -www.museosantannadalfaedo.wordpress.com) 

Contatti

  • Address: Via Nassar n. 40 - 37026 Settimo di Pescantina (VR) italy

  • Phone: +39.045 6750108

  • Email: info@lavieonroad.it

Orari di apertura

  • Dal martedi al sabato dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 19:00¬†
    Lunedi il pomeriggio dalle 15:00 alle 19:00
    CHIUSO LA DOMENICA E LUNEDì MATTINA

Seguici su